L’osteopatia è una medicina non convenzionale manipolativa che nasce alla fine dell’ottocento negli Stati Uniti. Il suo fondatore, un medico americano di nome Andrew Taylor Still, intuisce la relazione tra l’equilibrio funzionale del corpo umano e la sua naturale tendenza verso la salute e l’auto-guarigione. La medicina osteopatica affronta i sintomi specifici attraverso un approccio terapeutico indirizzato all’intera persona. Gli osteopati analizzano l’interconnessione e l’influenza reciproca tra i sistemi corporei, muscolo scheletrico, viscerale e cranio-sacrale.

La metodologia diagnostica e terapeutica in ambito osteopatico si basa sul principio di relazione tra struttura e funzione. L’osteopata si avvale quindi di test di mobilità per individuare le disfunzioni somatiche, le quali si correggono con opportune tecniche manipolative. In particolare l’obiettivo del trattamento manipolativo osteopatico è il ripristino della mobilità fisiologica, con un conseguente miglioramento del metabolismo tessutale.

L’osteopata collabora con diverse figure mediche specialistiche quali: ortopedici, fisiatri, neurochirurghi, oculisti, odontoiatri, ginecologi, otorinolaringoiatri. L’approccio multidisciplinare tra osteopati e medici specialisti integra e migliora l’inquadramento diagnostico e l’iter terapeutico a vantaggio del paziente.

Silvia, oltre alla sua attività di Master Trainer, lavora anche come osteopata ed ha creato uno “Specialized Course”  dal nome Gyrotonic Principles in the context of Ostepathy per insegnantidi Gyrotonic che desiderano approfondire le conoscenze sul loro lavoro. Il corso aiuta infatti ad analizzare gli effetti del metodo Gyrotonic attraverso chiavi di lettura ed interpretazione osteopatiche.

Per maggiori informazione su questo corso consultate per favore la pagina Percorso Formativo.